Pensieri Naturalistici

”La natura non fa nulla di inutile.” Aristotele (384-322 a.C.), filosofo greco.

Regolamento dell'Oasi

ATTO AGGIUNTIVO ALLA CONVENZIONE TRA PROVINCIA DI TARANTO, COMUNE DI LATERZA E LIPU (art. 8)


Regolamento dell’OASI LIPU Gravina di Laterza


Art. 1: Premessa

Il presente regolamento disciplina le modalità di utilizzo e di fruizione dell’Oasi di protezione della Gravina di Laterza, costituita ai sensi della Legge regionale n.10/84 ed istituita con, D.P.R.G. n.52 del 01.02.1984 e affidata in gestione alla LIPU attraverso una convenzione tra la Provincia di Taranto, il Comune di Laterza e la LIPU siglata il 08.06.1999, poi rinnovata, attraverso l’attuale convenzione siglata il 18-12-2003.
Norme e divieti stabiliti dal presente regolamento hanno l’unico scopo di coniugare, in forma compatibile, protezione naturalistica e fruizione del territorio dell’Oasi, nel rispetto delle esigenze della fauna selvatica e della valorizzazione a scopo turistico del territorio dell’oasi.

Inoltre fornisce indicazioni sull’utilizzo e la fruizione del Centro visite dell’Oasi, situato nell’edificio di proprietà comunale in Via Selva San Vito, e parte integrante della gestione complessiva dell’Oasi e quindi del rapporto convenzionale tra Provincia di Taranto, Comune di Laterza e LIPU.
Il seguente regolamento è stato adottato dal Comune di Laterza e dalla Provincia di Taranto, in data 13 aprile 2005 con delibera n.100.


Art. 2: Divieti

Su tutta la superficie dell’Oasi è vietato, in qualsiasi periodo dell’anno:
- esercitare attività venatoria di qualsiasi genere;
- accendere fuochi all’interno del perimetro dell’Oasi.(Eccetto per i proprietari e i conduttori di fondi privati, nei modi e nei periodi consentiti dalla normativa regionale vigente).
- gettare e abbandonare rifiuti, al di fuori degli appositi contenitori.
- raccogliere o danneggiare funghi, fiori, frutti agresti ed altra flora spontanea, così come anche la raccolta di specie appartenenti alla fauna vertebrata e invertebrata.(Possibili deroghe per specie vegetali: asparagi, rucola, cicorie).
- pascolo di ovini, bovini e suini nelle zone dell’oasi attraversate dai sentieri turistici esistenti e segnalati.
- abbandonare i sentieri segnati, in particolare i percorsi utilizzati per le visite guidate;
- introdurre cani senza guinzaglio, ad eccezione di quelli presenti in fondi privati recintati e di proprietà dei residenti.
- campeggiare ed effettuare pic-nic, eccetto che nelle aree attrezzate;
- effettuare attività di arrampicata, eccetto che sulla parete già attrezzata in località grotta Croce. Periodo consentito: dal I° settembre al I° febbraio.
- l’escursione di gruppi organizzati(superiori alle dieci unità) non accompagnati da guide naturalistiche riconosciute dalla Regione Puglia, o dalla Provincia di Taranto, o dal Comune di Laterza, o dalla LIPU.
- qualsiasi comportamento che possa arrecare danno o grave turbamento alla fauna selvatica.
- Sono, inoltre, vietate attività escursionistiche nelle aree della gravina interessate da nidificazioni in atto di specie minacciate e a rischio di estinzione, e particolarmente sensibili al disturbo, nel periodo 1 marzo - 1 settembre. Tali aree saranno segnalate da apposita tabellonistica. Inoltre, è vietato nel periodo 1 marzo - 1 settembre effettuare escursioni sul fondo delle gravine(gravina del Varco e gravina di Laterza).

Nello stesso periodo chiunque voglia effettuare escursioni in tutto il territorio dell’Oasi, tranne che nella parte urbana, è obbligato a concordare, preventivamente, con il responsabile dell’Oasi modalità, durata e itinerario della stessa escursione.

Il responsabile dell’Oasi potrà, a tutela del patrimonio naturalistico dell’oasi, in giornate particolari, di eccezionale flusso turistico, e nel periodo di nidificazione dell’avifauna, (1 marzo-1 settembre) limitare l’accesso e la visita nell’Oasi.

Le violazioni alle norme e ai divieti descritti saranno sanzionate dagli appositi pubblici ufficiali coinvolti per competenza, in base alle prescrizioni di legge.


Art. 3: Periodi ed orari di visita, accesso e biglietto d’ingresso

Le attività escursionistiche, fermo restando i divieti e le norme stabiliti all’art.2, del presente regolamento, sono possibili esclusivamente nei giorni di giovedì, venerdì, sabato e domenica.
Anche nelle festività della S. Pasqua, del lunedì dell’Angelo, del 25 aprile e del 1° maggio, l’Oasi sarà comunque visitabile.

La visita all’Oasi è consentita dal giovedì alla domenica secondo il seguente periodo ed orario:
- da Marzo a Settembre (09.00-13.00 e 15.00-20.00) e da Ottobre a Febbraio (09.00-13.00 e 14.00-17.00)

Solo in casi particolari, in date e orari programmati, e in accordo con il Responsabile dell'Oasi, sarà possibile visitare l'Oasi e accedere al Centro visite, al di fuori degli orari e dei giorni stabiliti.


MODALITA’ DI ACCESSO: Le modalità di accesso sono stabilite nei seguenti punti: a,b,c.

a)
I visitatori che vorranno usufruire dei servizi offerti dalla LIPU e in particolare del servizio visite guidate LIPU, dovranno acquistare il biglietto d’ingresso presso il Centro visite, prima di effettuare l'escursione.
Tale biglietto, obbligatorio solo per i non residenti nel territorio comunale di Laterza, avrà costo differenziato. Nel rispetto delle disposizioni in materia e come avviene in altre Oasi e Riserve LIPU, il prezzo è stabilito in 2.50 euro per gli adulti ed in 1.50 euro per i giovani al di sotto dei 18 anni e gli anziani ultra sessantacinquenni, fino ad altra comunicazione. Il biglietto di ingresso, oltre che una maggiore responsabilità dei visitatori permette di avere un preciso resoconto sulla fruizione dell’oasi, e di avviare la richiesta per il riconoscimento dell’Oasi a “Mostra faunistica didattica permanente” da parte del Ministero dell’Ambiente.

b)
Per le escursioni e le visite guidate di gruppi accompagnati da guide naturalistiche riconosciute dalla Regione Puglia,o dalla Provincia di Taranto, o dal Comune di Laterza o dalla LIPU e, restando i divieti e le modalità di visita elencati all’art.2, ogni guida ha l’obbligo di concordare,preventivamente, con il Responsabile dell’Oasi, le modalità dell’escursione. E’, inoltre tenuto a corrispondere al Responsabile dell'Oasi o a chi per esso una quota di 0.20 euro per ciascun escursionista non residente nel territorio comunale.
I visitatori accompagnati dalla guida naturalistica, forniti, pertanto, del biglietto ridotto d’ingresso all’oasi, sono tenuti a prendere visione del regolamento dell’Oasi e a firmare il registro visitatori presso il centro visite dell’Oasi. A fronte di ciò, la LIPU si impegna a garantire l’accesso e l’utilizzazione delle strutture del centro visite, e a fornire copertura assicurativa per ciascun escursionista.

c)
Le attività di arrampicata, possibili soltanto in località Grotta Croce, nei pressi del centro visite dell’Oasi, dal 1 settembre al 1 febbraio, non comportano l’obbligo dell’acquisto del biglietto d’ingresso. Tale attività rimane sotto il coordinamento della LIPU, per cui i gruppi e le associazioni alpinistiche o speleologiche dovranno preventivamente contattare il responsabile dell’Oasi e concordare l’utilizzazione delle pareti di grotta Croce. Per essi valgono i divieti e le norme di cui all’art.2. La LIPU non sarà in alcun modo responsabile di eventuali incidenti relativi alle attività di arrampicata, pertanto non è prevista nessuna copertura assicurativa a carico della LIPU per tale attività che rimane ad esclusivo carico dei gruppi o associazioni alpinistiche o speleologiche.


Art. 4: Fruizione del Centro visite

La funzione del Centro visite è quella di accogliere i visitatori che potranno trovarvi informazioni, opuscoli e materiale informativo e didattico, iniziando a conoscere le caratteristiche dell’Oasi.

L’utilizzo del Centro visite è esclusivamente affidato alla LIPU per la gestione dell’Oasi facendone parte integrante, e direttamente organizzato dal Responsabile dell’Oasi (e in sua assenza dall’operatore didattico designato).

I periodi e gli orari di apertura del Centro visite per i visitatori e i fruitori seguono direttamente quelli dell’Oasi, riportati nell’art. 3. Il Centro visite potrà essere utilizzato dal Responsabile dell’Oasi per attività di studio, ricerca, relazioni, organizzazione eventi e quant’altro faccia parte della gestione dell’Oasi anche in periodi ed orari differenti da quelli riportati.


Art. 5: Responsabile dell’Oasi

L’Oasi LIPU Gravina di Laterza ha come responsabile il dott. Vittorio Giacoia, biologo, nato a Taranto il 02-11-1965, designato dalla LIPU per questa attività.

Avrà in particolare il compito di sorvegliare l’Oasi, accompagnare ed assistere i visitatori, organizzare le iniziative naturalistiche di studio e didattica, svolgere attività di ricerca sulla flora e la fauna.

Il Responsabile dell'Oasi potrà vietare attività escursionistiche nelle aree della gravina interessate da nidificazioni in atto di specie a rischio di estinzione, come ricordato negli articoli precedenti.

Il Responsabile dell’Oasi è inoltre tenuto a garantire contatti continui con il Comune di Laterza, la Provincia di Taranto e con la LIPU attraverso relazioni e contatti periodici e a gestire il personale professionale (operatore didattico) e volontario (Servizio Civile Volontario e altre figure di gruppi e Associazioni locali) coinvolto nelle attività e nelle iniziative dell’Oasi.

Ogni diniego di autorizzazione o di accesso all’Oasi di cui al presente regolamento dovrà essere comunicato e motivato da parte del responsabile dell’Oasi al Comune e alla Provincia.


Art. 6: Autorizzazioni speciali

Il Responsabile dell’Oasi potrà rilasciare autorizzazioni speciali alla visita, all’ingresso e all’utilizzo delle strutture (Centro visite, sentieri, ecc.) a ricercatori, studenti e altre figure professionali, che ne facciano opportuna e anticipata richiesta scritta.

Tali autorizzazioni saranno concesse a titolo gratuito per attività amatoriali e professionali per:
- studi e ricerche sulla flora e sulla fauna;
- attività di campi estivi e di sorveglianza;
- attività fotografica e di ripresa cine-televisiva;
- eventuali attività o programmi che comunque non compromettano l’incolumità di persone e delle specie animali e vegetali dell’Oasi.

Il Responsabile dell’Oasi potrà in qualsiasi momento revocare l’autorizzazione e invitare le persone che non rispettano quanto previsto dal Regolamento dell’Oasi ad abbandonare le attività concordate.


Art. 7: Monitoraggio delle presenze

Allo scopo di quantificare il numero di visitatori e di fruitori dell’Oasi e del Centro visite, in particolare di coloro che usufruiscono dei servizi del personale LIPU e di altri accompagnatori, è istituito un registro sul quale andranno possibilmente annotati i seguenti dati dei visitatori: nome, cognome, indirizzo e località, sulla base del rispetto della normativa vigente sulla privacy.

Da quanto emerso dal registro, attualmente già in dotazione all’interno del Centro visite su un modello standardizzato predisposto dalla LIPU in tutte le Oasi e Riserve gestite dall’Associazione, si potranno analizzare e quantificare il numero dei visitatori e la loro provenienza, utili per attività ed iniziative gestionali e promozionali.


Art. 8: Impegni

Oltre a tutto quello previsto dalla Convenzione, i tre Enti stipulanti si impegnano a:

Comune di Laterza:
• garantire l’assistenza tecnica e la manutenzione straordinaria delle strutture dell’Oasi.

Comune di Laterza e Provincia di Taranto:
• Garantire e favorire lo scambio di informazioni e la piena collaborazione tra la LIPU e le varie associazione locali, in particolare quelle coinvolte nei temi ambientali, promozionali ed educativi.
• Garantire l’assistenza economica al fine dello sviluppo e corretto funzionamento dell’Oasi, rispettando tempi e modalità di erogazione.
• Salvaguardare le caratteristiche paesaggistiche e naturali.

LIPU:
• Fornire una gestione qualificata e specializzata, rendendo l’Oasi un valido strumento didattico educativo e promozionale per il territorio.
• Promuovere la conoscenza dell’Oasi attraverso mass media (riviste, televisioni, radio, etc.) e presso i vari Enti pubblici (Ministero dell’Ambiente e Regione Puglia) e privati (aziende, ditte, sponsor, ecc.).
• Fungere da referente qualificato per tutte le iniziative ed attività legate all’Oasi e al territorio limitrofo, quello di Laterza in particolare.
• Promozione, attivazione ed organizzazione, di concerto con tutte le associazioni locali, di visite guidate su tutto il territorio di Laterza.


                                                                                                                    

                                                                              LIPU                          Provincia di Taranto              Comune di Laterza

 

                                                                                                             

                                                                                                 LIPU è Partner per l'Italia di BirdLife International

 

 

Oasi LIPU Gravina di Laterza  - Via Selva San Vito - 74014 - Laterza (TA) - +39 339 33 11 947 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.